Basta!!!!

Dopo essermi lamentata, pianta addosso, incazzata con tutto il mondo, adesso… BASTA! Me lo dico da sola: quando ci vuole ci vuole! Purtroppo conosco più che bene i miei difetti: rompicoglioni, tendente al vittimismo, incazzosa, passiva. E la lista potrebbe continuare a lungo. E per tutto questo non è facile avere a che fare con me. Lo ammetto. Ci vogliono tanta pazienza e cura (proprio come una pianta!). So anche essere solare, giocherellona e divertente ma, in questi ultimi tempi, non è stato facile esserlo. Nel corso del tempo ho perso tanti amici, alcuni non lo sono mai stati, altri lo erano solo per opportunismo. Fatto sta che adesso i miei amici sono quelli che ho sempre accanto, il mio compagno, mio fratello e i miei genitori. Di amica vera me ne è rimasta una sola. Tutti gli altri…perduti, non so se per causa mia o loro. Del resto non è così importante saperlo.  Quello che so è che, in questa città, mi viene difficile trovare persone con cui condividere le emozioni, il modo di pensare, le letture, i film visti al cinema. Sì, parlo di questa città perché qui non c’è via di mezzo fra l’ignoranza e lo snobismo. O si è degli ingoranti assoluti o si è snob, fighetti e con la puzza sotto il naso (parlo di quei pochi che si sentono tanto, ma tanto, intellettuali). E così finisce che non vado nemmeno alle presentazioni dei libri per non vedere questa gente che odio, questa gente che ti guarda e sembra volerti dire “io so tutto, io sono nell’empireo e tu? Come osi avvicinarmi?”

Lo so, c’è molta acredine nei confronti del mondo ma ancora, a ventotto anni suonati, non riesco ad osservare ciò che mi circonda con il dovuto distacco e con la più che dovuta ironia. Tutto mi fa incazzare in modo incredibile. Forse non sarò mai in grado di avere una visione distaccata del mondo. Pazienza.

Ma avevo scritto basta e ci sto ricascando!

“ALICE, hai capito che non devi piangerti addosso? Non è così che si conquista il mondo. Non puoi pensare di conquistare gli altri con le lacrime”.

“Eh, brava TU che stai dall’altra parte dello specchio. Se è vero che lì tutto è al contrario allora vivrai nel mondo giusto, quello dove non c’è bisogno di essere raccomandati per andare avanti, quello dove gli amici sono veri, quello dove ci sono rispetto e tolleranza. Perché, visto che sei così brava a dare buoni consigli, non mi spieghi come si fa a venire da quella parte?”

“Mica è tanto semplice, cara mia! I piagnoni non possono entrare, prima di tutto. Bisogna essere ottimisti,  amare la vita, essere attivi, ingegnosi, creativi e non mi pare che tu possieda queste caratteristiche! Per cui…”

“Per cui cosa? Vuoi dire che non potrò mai attreversare lo specchio come hai fatto tu? Non posso nemmeno tentarci?”

“Certo che puoi provare…ma solo se ci credi davvero”.

“…Se ci credo davvero… Sarà proprio così? Posso sempre provare”.

Informazioni su Dreaming Alice

Reading. reading and reading
Questa voce è stata pubblicata in Alice riflette attraverso lo specchio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...