Archivi categoria: Libri e parole

Tristezza da lettrice accanita

Se siete dei lettori accaniti (Definizione di lettore accanito: colui che ha sempre un libro per le mani, per gli occhi, per la testa. Anche quando dovrebbe fare altro deve assolutamente leggere qualche pagina, altrimenti ne risente tutto il suo … Continua a leggere

Pubblicato in Libri e parole | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Tappi per le orecchie: Lucy di Jamaica Kincaid

(Se vi state chiedendo il perché di questo titolo, non dovete fare altro che leggervi il post precedente 🙂 ) Lucy – Jamaica Kincaid – Piccola Biblioteca Adelphi – Traduzione di Andrea Di Gregorio Quello in cui ci invita a … Continua a leggere

Pubblicato in Libri e parole | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Amore e Politica ne La ragazza di Bube

Dopo un po’ (forse troppo) tempo, sono tornata a leggere un autore italiano. Ebbene sì, lo ammetto: non amo appassionatamente la letteratura italiana, soprattutto quella contemporanea (laddove si possa parlare di letteratura, chiaro).  Forse non la amo perché, spesso, non … Continua a leggere

Pubblicato in Libri e parole | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Le tre T o Triple T!

Sei un TRADITARIO! E che vorrà mai dire? Chiedetelo a Queneau! In un suo romanzo, Tempi duri, Saint Glinglin!, Queneau si inventa questo mot valise, riferendolo al personaggio che si chiama Le Busoqueux. Il traduttore, Francesco Bergamasco (Complimenti! Immagino che … Continua a leggere

Pubblicato in Libri e parole | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento